Fabrizio De Benedetti "Interleuchina-6. Dalla identificazione in laboratorio a target terapeutico: un esempio di ricerca traslazionale" - 19 Marzo 2015 ore 17.00

  • PDF

Prof. Fabrizio De Benedetti, Responsabile U.O.C. Reumatologia, Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma

 

"Interleuchina-6. Dalla identificazione in laboratorio a target terapeutico: un esempio di ricerca traslazionale"

 Il gene di interleuchina (IL-6) è stato clonato poco prima del 1990 da più laboratori, che stavano caratterizzando attività biologiche molto diverse. E’ apparso subito chiaro che IL-6 fosse una citochina pleiotropica. La identificazione del suo ruolo nella infiammazione cronica ha richiesto diversi anni e solo nei primi anni del 2000 è apparso chiaro come IL-6 giochi un ruolo importante sia nel sito di infiammazione sia come mediatore dei segni e sintomi sistemici dell’infiammazione stessa. La identificazione della forma solubile del suo recettore e la definizione del suo ruolo molto peculiare costituiscono il razionale per la realizzazione di approcci terapeutici biologicamente efficaci che si sono ora tradotti in terapie approvate e largamente utilizzate