Rosa Sorrentino "Difesa antivirale e autoimmunità: lo yin e lo yang delle molecole HLA di classe I" - 16 marzo 2017 ore 14.00

  • PDF

 Prof.ssa Rosa Sorrentino, ordinario di Patologia Generale,  Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin”, "Sapienza" Università di Roma


"Difesa antivirale e autoimmunità: lo yin e lo yang delle molecole HLA di classe I"  

.Le molecole HLA hanno un ruolo fondamentale per la sopravvivenza della specie. Grazie al loro straordinario polimorfismo, infatti, proteggono la specie da epidemie devastanti garantendo la sopravvivenza di parte della popolazione colpita. Nello stesso tempo rappresentano una barriera che impedisce il trasferimento di cellule da un individuo all’altro, contribuendo così alla conservazione della diversità individuale.

I geni HLA si sono diversificati nel corso dell’evoluzione in due classi: I e II; mentre i primi sorvegliano la risposta verso i virus, i secondi hanno il compito di attivare una risposta immunitaria specifica per antigeni esogeni, quindi antigeni batterici. Per questo, pur legando ambedue piccoli peptidi verso cui il sistema immunitario risponde in maniera specifica, “pescano” da serbatoi diversi: la classe I lega e presenta peptidi che derivano dalla via proteasoma-Reticolo Endoplasmatico; la classe II lega e presenta peptidi che derivano dal sistema vescicolare-endosomiale. Tuttavia quello che il recettore sulle cellule T (TCR) vedrà, sarà molto simile.

In questa conferenza mi soffermerò sull’osservazione che alcune molecole HLA, in particolare di classe I, sembrano essere più efficaci di altre in questo lavoro di presentazione proteggendoci così da infezioni virali come da HIV o epatite C. E’ interessante che esattamente questi stessi alleli “protettivi”, si ritrovano più frequentemente associati  ad alcune malattie autoimmuni, suggerendo che i due fenomeni non siano indipendenti. Attraverso un’analisi cristallografica e funzionale, è stato possibile identificare gli amminoacidi polimorfici che sono responsabili di queste associazioni e che permettono una maggiore efficienza di presentazione. In particolare, il nostro gruppo si è interessato all’associazione delle Spondiloartropatie con alcuni alleli HLA di classe I, e, attraverso tecniche di genetica, cristallografia e modelling, ha individuato variazioni amminoacidiche determinanti per l’associazione genetica e funzionale.

Nella parte finale sarà discussa l’interazione tra queste stesse molecole con altri geni di suscettibilità come le amminopeptidasi del Reticolo Endoplasmatico (ERAP1 e 2). Questo rappresenta uno degli esempi più convincenti di epistasi in genetica umana che accomuna diverse malattie associate ad HLA di classe I suggerendo una comune patogenesi.

Alcuni riferimenti bibliografici:

V Tedeschi, C Vitulano, A Cauli, F Paladini, M Piga, A Mathieu, 2016 The Ankylosing spondylitis-Associated HLA-B* 2705 Presents a B* 0702-Restricted EBV Epitope and sustains the clonal Amplification of cytotoxic T cells in Patients Molecular Medicine 22, 215

R Sorrentino 2015 Genetics of autoimmunity: an update. Immunology letters 158 (1), 116-119

R Sorrentino, RA Böckmann, MT Fiorillo 2014 HLA-B27 and antigen presentation: at the crossroads between immune defense and autoimmunity. Molecular Immunology 57: 22-27

DM Evans, CCA Spencer, JJ Pointon, Z Su, D Harvey, G Kochan, et al. 2011

Interaction between ERAP1 and HLA-B27 in ankylosing spondylitis implicates peptide handling in the mechanism for HLA-B27 in disease susceptibility Nature Genetics 43, 761-767

A Mathieu, A Cauli, MT Fiorillo, R Sorrentino HLA-B27 and ankylosing spondylitis geographic distribution as the result of a genetic selection induced by malaria endemic? A review supporting the hypothesis Autoimmunity reviews 7 (5), 398-403

MA Khan, A Mathieu, R Sorrentino, N Akkoc The pathogenetic role of HLA-B27 and its subtypes Autoimmunity reviews 6 (3), 183-189

F Paladini, E Taccari, MT Fiorillo, A Cauli, G Passiu, A Mathieu, L Punzi, 2005 Distribution of HLA–B27 subtypes in Sardinia and continental Italy and their association with spondylarthropathies Arthritis & Rheumatism 52 (10), 3319-3321

MT Fiorillo, C Rückert, M Hülsmeyer, R Sorrentino, W Saenger, A Ziegler, 2005 Allele-dependent similarity between viral and self-peptide presentation by HLA-B27 subtypes

J Biol Chem 280 (4), 2962-2971

M Hülsmeyer, MT Fiorillo, F Bettosini, R Sorrentino, W Saenger, A Ziegler, 2004

Dual, HLA-B27 subtype-dependent conformation of a self-peptide J Exp Med 199 (2), 271-281

MT Fiorillo, A Cauli, C Carcassi, PP Bitti, A Vacca, G Passiu, F Bettosini, .Sorrentino R.

Two distinctive HLA haplotypes harbor the B27 alleles negatively or positively associated with ankylosing spondylitis in Sardinia: implications for disease pathogenesis Arthritis & Rheumatism 48 (5), 1385-89

MT Fiorillo, M Maragno, R Butler, ML Dupuis, R Sorrentino: 2000 CD8+ T-cell autoreactivity to an HLA-B27–restricted self-epitope correlates with ankylosing spondylitis J Clin Inv 106 (1), 47-52


La conferenza si terrà presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Tor Vergata, via Montpellier 1 (aula Fleming).