Lorenzo Moretta

  • PDF

LE CELLULE NK: DAI RECETTORI ALLA CURA DI LEUCEMIE AD ALTO RISCHIO

 

Le natural killer sono cellule effettrici dell'Immunità Innata che svolgono una
funzione importante nelle difese contro virus e tumori. La loro funzione è
finemente regolata da una serie di recettori attivatori ed inibitori. I recettori
attivatori riconoscono ligandi espressi da cellule stressate,soprattutto in seguito
ad infezione virale o a trasformazione neoplastica. I principali recettori inibitori
riconoscono antigeni HLA-cl I. In un setting autologo, questi recettori,in particolare
i KIR, specifici per determinanti allotipici dell'HLA, inattivano le cellule NK, impedendone
l'aggressione ai tessuti normali. In un setting allogenico, puo' verificarsi un mismatch
tra KIR delle NK del donatore e l' HLA del paziente . Questo risulta in una mancata inibizione
delle NK con conseguente uccisione delle cellule allogeniche.
L'effetto di un KIR/HLA mismatch è alla base della azione anti-leucemica
delle cellule NK"alloreattive" nel trapianto aplo-identico T-depleto (per lo piu' da
genitore). In questo trapianto , le NK KIR+ derivate dalle cellule staminali(CD34+) del
donatore , eliminano i blasti leucemici residui (dopo il condizionamento), prevenendo
in molti casi la ricaduta leucemica. Data l' elevata % di sopravvivenza e la disponibilità
immediata di un donatore,  l' aplo-identico puo' rappresentare il trapianto di elezione
per la cura di leucemie ad alto rischio del bambino.

EVENTI ANNO ACCADEMICO IN CORSO