Alfredo Nicosia

  • PDF

Sviluppo di Vaccini Genetici basati su Vettori Virali non umani

I vaccini attualmente disponibili sono basati su proteine e adiuvanti e inducono principalmente

anticorpi e cellule T CD4. Tuttavia, per molte malattie infettive come l’ HIV, l’ HCV, la Malaria, l’

Ebola, l’ RSV o per il cancro. l’ efficacia della risposta immunitaria dipende crucialmente dalla

presenza di linfociti T CD8 citotossici.

I vettori adenovirali difettivi per la replicazione basati sul sierotipo umano Ad5 si sono dimostrati

capaci di indurre risposte immunitarie protettive con una significativa componente di cellule T CD8

contro diversi organismi patogeni e contro cellule tumorali in modelli animali. Tuttavia, il loro utilizzo

come vettori di vaccini genetici per l’ uomo e’ limitato dalla frequente presenza nella popolazione

umana di anticorpi neutralizzanti contro Ad5. Gli Adenovirus umani di sierotipo alternativo ad Ad5

sono molto meno potenti come vettori per vaccini genetici e pertanto non costituiscono una buona

soluzione per lo sviluppo di nuovi vaccini per uso umano.

Noi abbiamo sviluppato una nuova generazione di vettori adenovirali derivati da primati contro I

quali non esistono anticorpi neutralizzanti nell’ uomo, e li abbiamo usati per lo sviluppo di vaccini

profilattici contro HIV, HCV, Malaria, RSV e Ebola. Questi vaccini sperimentali si sono dimostrati

capaci di indurre potenti risposte cellulari CD8 e CD4 e alti titoli anticorpali specifici per gli antigeni

vaccinali in essi codificati, ed hanno dimostrato una elevata capacita’ di protezione contro I rispettivi

agenti patogeni in diversi modelli animali.

Studi clinici di Fase I e II hanno confermato l’ elevato potenziale dei vaccini basati su questi vettori

adenovirali specialmente quando questi vettori sono stati utilizzati in regimi vaccinali di

‘prime/boost’ eterologo con vettori MVA (Modified Vaccinia Ankara) codificanti lo stesso antigene

vaccinale.

EVENTI ANNO ACCADEMICO IN CORSO