Antonio Moschetta "L’asse entero-epatico: ruolo dell’enterochina FGF19" - 5 dicembre 2019 ore 17.00

  • PDF

Antonio Moschetta, Professore Ordinario di Medicina Interna, Università degli Studi di Bari «Aldo Moro»

"L’asse entero-epatico: ruolo dell’enterochina FGF19"

 L’enterochina fibroblast growth factors (FGF)-19 è un ormone post-prandiale che regola l’omeostasi del glucosio, glicogeno, la sintesi delle proteine e il metabolismo degli acidi biliari (BA). A livello dell’ileo, il recettore nucleare FXR, attivato dai BA, induce la produzione di FGF19, che raggiunge il fegato attraverso il sistema portale e inibisce l’espressione di Cyp7a1, l’enzima chiave nella sintesi de novo dei BA. Alterazioni nel metabolismo dei BA, associate a variazioni nella concentrazione di FGF19, sono state riscontrate in diverse patologie dell’asse entero-epatico. È stato dimostrato che FGF19 ha una forte azione anti-colestatica, anti-fibrotica ma pro-tumorale a livello epatico. Pertanto, sono stati sintetizzati degli analoghi di FGF19 che mantengono la sua attività sul metabolismo dei BA e perdono l’azione pro-tumorale, aprendo la strada a nuove terapie farmacologiche per il trattamento delle patologie dell’asse entero-epatico.   Considerata la spiccata attività sulla omeostasi del glucosio analoghi dell’FGF19 sono attualmente in fase III  per la NASH  e  la terapia del diabete.


EVENTI ANNO ACCADEMICO IN CORSO